giovedì 7 ottobre 2010

domande

Mi chiedo spesso che cosa mai avrò fatto per meritarmi di essere trattata come una cretina. perchè sia chiaro, la pecora nera della famiglia sono io.  solo perchè voglio respirare? perchè non sopporto le continue ingernze nella mia vita? o ma lo sapete che che abbiamo litigato persino per l'arredamento? arredamento che comprerò io (tra l'altro). E poi ieri la scoperta che mio fratello mi ha spiata mentre scrivevo e che così lui e mamma d'ora in poi possono leggere "visto che i blog sono pubblici".  L'ultima uscita è dovuta al fatto che io  gli ho fatto notare che, pur avendo trovato la sua posta aperta un sacco di volte, non mi sono mai permessa di farmi gli affari suoi. Io non ce la faccio davvero più. Guai se leggo, guai se messaggio, guai se chatto, guai se mi arriva una chiamata sul cellulare. Sia ben chiaro sono cose che faccio quando mio figlio riposa ( alle 20.00 di solito dorme già),  non è che gli porto via del tempo, semplicemente a loro da fastidio che io possa avere dei rapporti sociali, degli hobbies, un interesse. Ah certo, perchè senza conoscerli, già lo sanno, i miei amici non valgono un cazzo. Ma sopratutto - tenetevi forte -  perchè devo pensare solo a fare la mamma! A volte mi chiedo come sono riuscita ad arrivare a 32 anni sana di mente. Però una certezza ce l'ho: mio figlio non crescerà così ottuso, per nulla al mondo.

16 commenti:

  1. ah adesso capisco perchè hai messo il blog privato ;(
    oddio ti credo che ti saltino i nervi!!!!!! è una cosa che odio anch'io se ficcano il naso nelle mie cose e si permettono di fare i sapienti :(

    RispondiElimina
  2. Ciao Carlotta, ho pensato che poteva esserci un motivo di "intrusione" nel tuo blog da parte di qualcuno indesiderato...
    Secondo me è solo invidia la loro, invidia per una persona che sa volare da sola e nonostante le difficoltà hai tenuto botta e ti stai costruendo la vita come tu ami. C'è tanta gente frustrata a questo mondo! E danno molto fastidio! Ma tu continua ad ascoltare il tuo cuore e andare per la tua strada. Il principino è fortunato ad avere una mamma come te. Un forte abbraccio.

    RispondiElimina
  3. AH ORA HO CAPITO...quando avevi scritto sul mio blog per l'invito pensavo ad un accesso sulle foto su flickr privato o similare...mi dispiace.... ecco perchè solo mio marito e nessun'altro conosce l'indirizzo del mio blog... ho riferito a qualcuno della mia iniziativa ma se non dico il nome è difficile che mi rintraccino...il mio nome e della mia famiglia non c'è quindi..... ti posso dare un consiglio...creati un altro blog...con un altro account..altrimenti ti rintracciano da blogger dove c'è specificato quanti blog personali hai...e poi comunichi a chi vuoi il nuovo blog...è un peccato che altre persone "degne" di seguirti sul blog non abbiano la possibilità di farlo....io ho aperto il blog per parlare con tante persone speciali come te...poi con qualcuna ci si può anche scambiare qualche email personale ma il blog almeno per ora rimane anonimo...appunto per evitare quello che è successo a te....scusa la lunghezza del messaggio....grazie per avermi invitata nel tuo blog privato. baci

    RispondiElimina
  4. madòòòò...! ora ho capito! :)
    ne so qualcosa guarda.
    E' una cosa che fa saltare i nervi, perchè non solo non devi avere rapporti sociali ma devi essere come vogliono loro..-.-
    naaa

    RispondiElimina
  5. Grazie della fiducia ! Ho appena ricevuto l'invito per il tuo blog. Vedrai che appena avrai casa tua la situazine cambierà. Un dettaglio tecnico. Non ho mai letto un blog ad invito. Devo usare l'account di gooogle per entrare ? Fammi sapere che oggi ho già dimenticato le chiavi della vespa, dentro il garage e non potevo così entrare in casa.......

    RispondiElimina
  6. Orgogliosissimo delle mie capacità ! Ci sono ! OK! Va be anche uno scimpanzè impara a giocare a Pac-man ! Comunque non dargli retta, Scusa se mi permetto, ma sono loro a essere così ! Delle volte è già bello non assomigliargli !

    RispondiElimina
  7. - Rely io questa continua invadenza proprio non la sopporto

    - the Daffodils, io mia madre non la capirò mai

    - twins(bi)mamma, io non gliel'ho detto..lui ha spiato mentre scrivevo

    - Claudia...vedo che ci siamo capite ;-)

    - Bimboverde, ma scherzi?! grazie a te e a tutti gli amici che passano di qui ;-)
    Non capisco la domanda, per commentare sei entrato, no?

    RispondiElimina
  8. -Bimboverde, ma un giorno posti la foto della vespa? io ci vado matta...

    RispondiElimina
  9. Vero, loro non hanno mai avuto rispetto per la tua privacy, e tu hai giustamente patito alcuni atteggiamenti pesanti e invadenti. Il lato positivo è che presto andrai via...e anche la relazione con la tua famiglia di rilasserà (finalmente). Porta solo pazienza. Tanta pazienza.

    RispondiElimina
  10. Va bene un giorno la posto. Ma è nuova nuova ......

    RispondiElimina
  11. Ero preoccupata!
    Poi ho visto che non mi invitavi e mi stavo arrabbiando....

    RispondiElimina
  12. - Silvia sbadatella... ogni giorno un nuovo problema, spero per fine mese di andarmene!

    - Bimboverde..non vale!

    - Kylie, il tuo invito è partito ancora stamattina..

    RispondiElimina
  13. Ora capisco il motivo del blog privato!
    Io sono cresciuta in una famiglia con la mente più che aperta...forse troppo! Ma il mio ragazzo no. Nella sua famiglia, lui, figlio maschio, può permettersi di fare tutto.
    La sorella (ha solo un anno più di me, 26 anni, quindi piccola non è) è fidanzata da 10 anni. Non può andare in vacanza col ragazzo, è già tanto che escono qualche sera. Si vogliono sposare, hanno comprato casa DA UN ANNO, ma non possono andarci a vivere insieme prima del matrimonio.
    Io non voglio mettere in discussione i metodi di educazione dei suoceri, anche perché sono delle bravissime persone, ma ogni tanto mi domando come sia possibile nel ventunesimo secolo avere una mentalità così ottusa. Penso sia dovuto al fatto che sono nati e cresciuti in un paese (o meglio una cittadina con la mentalità talmente ristretta da far concorrenza al più piccolo dei paesini al tempo della prima guerra mondiale!). I miei figli, quando li avrò, avranno tutta la libertà che ho avuto io, nei limiti del possibile naturalmente. Il pensiero che possano venire ottusi mi fa venire la pelle d'oca.
    Sono con te, Carlotta. Non conosco la tua famiglia, ma ti do pienamente ragione! Pensa che ha breve avrai una casa tua. A proposito, complimenti per la cucina!!!!
    Un abbraccio forte

    RispondiElimina
  14. Grazie per l'invito Carlotta, visitare il tuo blog è sempre un piacere:) siamo tutti con te, a sostenerti nelle tue ... beghe familiari, credimi, ne so qualcosa, soprattutto il rapporto con mia madre a volte è è è.. poi faccio un respirone e vado avanti
    Credo che scrivere qua sopra non faccia altro che arricchirci un pò di più, così come coltivare i nostri hobbies e le nostre passioni; non ascoltare i tuoi e vai avanti così
    bacio

    RispondiElimina
  15. - Saparunda, l'arrivo di mio figlio per loro è stato una manna: l'unico modo per tenermi in pugno, il ricatto morale

    - Viola, grazie per le parole di incoraggiamento!!!

    RispondiElimina
  16. e il burqa quando te lo fanno mettere?

    RispondiElimina

dai, di'la tua!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...