martedì 19 ottobre 2010

La panca

facciamo che chi lavora di m non lo paghiamo? Nemmeno se chiede poco. Io mi ritrovo la panca di un colore e il tavolo di un altro. come la mettiamo? Riepilogo, viste tutte le spese per la casa, dove posso riciclo. In cantiva avevo tavolo panca e due sgabelli di pino. Mia madre sapeva che in paese c'è uno che sistema ste cose per hobby e gli ha chiesto un preventivo. L'unica mia richiesta era che la vernice fosse opaca, per togliere l'effetto tirolese che a me decisamente non piace. Il signore in questione viene a vedere tutto e dice che però è meglio se il tavolo e gli sgabelli li facciamo levigare dal falegname, al resto ci pensa lui. Ieri rientro, vado in garage e vedo il lavoro "finito": la panca del colore originale e il tavolo e gli sgabelli chiari e bellissmi (sembravano nuovi). Ma come? perchè non ha grattato la panca? Li aveva gli occhi per vedere che così non erano nemmeno belli da vedere? Non ho rotto le scatole per non mortificare mia mamma, che tra l'altro ha pagato tutto il lavoro (60 falegname e 50 tra vernice e "lavoro" del tizio), però così proprio non mi piace. L'idea iniziale era di metterla in soggiorno, invece la metterò ben coperta da cuscinie tovaglia in cucina. che palle. e che nervoso.

27 commenti:

  1. Be, io invece lo farei presente!
    Quando uno paga per un lavoro, paga per QUEL lavoro, non per quello che gira al tizio nella tale giornata!
    Non mortifichi tua madre se fai presente che "Forse non ci siamo capiti!".
    Se la panca ti piace e la vuoi mettere in soggiorno devi andare dal tipo e dirgli che ha sbagliato!

    RispondiElimina
  2. - Aluccia, tanto ho già capito che la panca va piallata o come cavolo si dice, per cui dovrei portarla dal falegname: per per un tavolo mi ha preso 60 chissà quanto mi chiede per la panca. Sommalo a quano già speso..

    RispondiElimina
  3. Beh, se sul preventivo era previsto il lavoro di "grattatura" su tutti i mobili, vuol dire che la fornitura non è conforme. Io lo fare notare diplomaticamente ed educatamente, non celando però l'insoddisfazione. Nell'ambiente artigiano, chi lavora male ci mette pochissimo a farsi una brutta fama e a perdere lavoro: per lui è più dannoso perdere credibilità che rifare un lavoro... io lo farei velatamente notare.

    RispondiElimina
  4. Se non ci sono vernici sintetiche sopra io le vecchie patine le lascerei...... Una bella lavata con il sapone e poi dell'olio di lino cotto, ai limiti, ma proprio ai limiti dell'impregnante e poi della cera o della gommalacca. Se pialli e rivernici i mobili diventano nuovi e allora cosa sono invecchiati a fare ?

    RispondiElimina
  5. - Tyreal, ehm questo è uno che lo fa come secondo lavoro..anche se ho visto cose fatte da lui davvero molto belle

    - Bimboverde, ma non erano mobili antichi!!

    RispondiElimina
  6. che rabbia sì un pezzo di una sorte e uno di un'altra...meglio ''coprire''con un po' di cose per abbellirli...

    RispondiElimina
  7. Carpe Diem, pensa che volevo chiedergli il preventivo per una libreria su misura...

    RispondiElimina
  8. uhm qui c'è confusione ... premesso che il discorso del costa poco e allora faccio un lavoro di merda è assolutamente inaccettabile, sarebbe come dire: ho una ruota a terra, vado dal gommista che invece di 10euro me ne prende 5, ma la gonfia solo a metà. Un lavoro o lo sanno fare oppure meglio cambiare persona.
    Da quello che ho capito deve aver carteggiato il legno e poi ha dato una o più mani di vernice, contando che la mano d'opera è costata tanto quanto il materiale, ed in nero.
    Una soluzione è far notare la differenza a chi ha fatto il lavoro e chiedere un consiglio su come risolvere il problema. Perchè bisognerebbe capire che tipo di vernici ha usato.

    RispondiElimina
  9. PS: e poi non si è mai visto che uno finisce il lavoro e viene pagato subito, ancora prima che l'interessato abbia visto il risultato ... come diceva NonnaMaria: Pagare e morire c'è sempre tempo.

    RispondiElimina
  10. ...e dopo cotanti consigli assennati, mi vien da dire "sopra la panca la capra canta, sotto la panca la capra crepa". Ripeti il mantra intanto che pensi se sbattere la panca in testa all'artigiano o se lasciarla così com'è ;0)

    RispondiElimina
  11. Lasciala li,e quando puoi,fra qualche tempo, dalla a qualcuno del mestiere, e vedrai che andrà meglio. >.<

    RispondiElimina
  12. - Pier, il tipo non ha scartavetrato niente. Praticamente ha solo dato una vernice (nitro?) trasparente opaca sul tavolo (levigato dal falegname). secondo me, la panca non l'ha nemmeno toccata, perchè a me pare uguale a prima. Ha pagato mia mamma, non chiedermi perchè.

    RispondiElimina
  13. - the Daffodils, gliela tiro in testa

    - mamma engy, per spenderci ancora? faccio prima a comprarmi un tavolo nuovo, di certo meno di qualità, ma sicuramente di mio gusto

    RispondiElimina
  14. ah ok ... il consiglio di daffo mi pare appropriato, che poi sulla panca ci finiscano capre o principini poco importa, l'effetto sarà lo stesso, righe graffi segni.
    :)
    ma ma il camion giallo? è arrivato?

    RispondiElimina
  15. Ma sai che anche io non riesco mai a capacitarmi di come facciano i lavori certe persone ?? non ci credo a volte; dopo vari traslochi sono una esperta di .. fregature
    E poi sempre quel pagare in nero !! ma basta, voglio le cose come le ho chieste e il pagamento regolare con fattura.. eppure non ci sono mai riuscita ad avere tutto ciò! OCCCCCOME ti capisco:)
    ciao

    RispondiElimina
  16. - Pier, hai visto i fuochi di artificio? no? Vuol dire che non sono ancora arrivati i tanto attesi 4 anni ;-)

    - Viola, la forma di pagamento è dovuta al fatto che di lavoro fa altro ;-)e sarebbe pure bravo. Non riesco a capire perchè, tutto qui.

    RispondiElimina
  17. lascia stare per carità la libreria te la fa metà di un colre e metà di un'altro

    RispondiElimina
  18. ahaha infatti vado all'ikea, poco ma sicuro...

    RispondiElimina
  19. meglio ikea te le dà chiare e poi se vuoi le dai tu il colore che è meglio

    RispondiElimina
  20. bisognerebbe fare tesoro del consiglio della nonna di Pier, anch'io mi sono trovata in una situazione simile e col senno di poi ho capito che sarebbe stato meglio non avere pagato subito, perchè così non hai modo alcuno di rivalerti. certa gente sente solo la voce delle banconote.

    RispondiElimina
  21. E comunque, sopra la panca, la capra campa.
    Sentivo il bisogno di dirlo da quando ho letto il titolo :)

    RispondiElimina
  22. Ti capisco benissimo. Che palle! Ma se non riesci a garantire il minimo indispensabile di professionalità certe cose non metterti nemmeno a farle! Poi ti trovi nella condizione di dover fare lo stronzo per ottenere ciò che ti spetterebbe di diritto. Certe cose mi indispettiscono....anzi mi inbastardiscono! Hai tutto il mio supporto.

    RispondiElimina
  23. - Carpe Diem, infatti... oggi al corso ho raccontato sta cosa e una tipa mi fa..però ti ha preso poco, ehm.. ci mancava solo che mi spennasse...

    - Carolina, di sicuro farò tesoro delle parole della nonna di Pier ;-)

    - Tyreal, un giorno scoprirò dove ti nascondi quando sparisci..sotto la panca?

    - Summ3rw1nd, guarda non farmici pensare..

    RispondiElimina
  24. azz povera carlotta :(((((
    ma provare con un fai da te, magari più avanti, e dipingerla tu?????eheheh io da buona creativa lancio il sasso :)))))

    RispondiElimina
  25. ti ha preso poco?????per forza dio mio

    RispondiElimina
  26. - Rely, ci ho pensato anch'io..

    - Carpe Diem, quasi quasi timando a cantargliene un carretto

    - Kylie, a volte mi sento proprio sfigata

    RispondiElimina

dai, di'la tua!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...