lunedì 17 gennaio 2011

Risposte parte II

Pier - qual'è la cosa più difficile che hai dovuto affrontare dopo la nascita del principino?
La cattiveria della gente, le domande, la curiosità morbosa, le cattiverie gratuite, le insinuazioni. Sostanzialmente l'ignoranza. In un momento, dopo il parto, in cui si è più fragili.
Potrei raccontare di un suocero che ha trascinato via suo genero che stava scambiando due parole con me mentre i nostri figlio giocavano al parco, perchè la gente - si sa - se può pensare bene o male, pensa sempre male...e , sai com'è, visto che il Principino non è stato riconosciuto SICURAMENTE suo padre è sposato, no? (non lo è, e comunque, fosse anche che sono stata con uno sposato, non è che automaticamente mi piacciono TUTTI gli uomini sposati.
Oppure copiarti cosa anvevo scritto tempo dopo sul mio vecchio blog:

il DECALOGO

Premesso che vivo in un paese, dove ovviamente tutti (o quasi ) ci conosciamo e dove tutti sanno tutto (o quasi) di tutti.
Premesso che mio figlio è stato battezzato e che il prete (volutamente o accidentalmente, devo ancora capire, ma nn importa) ha tuonato dal pulpito per ben 4 messe che ci sarebbe stato il battesimo di Principino B, figlio di Carlotta B., rimarcando il nostro cognome, UGUALE.

Adesso posso scrivere il famoso DECALOGO promesso nel post precedente
 
1.Ma sei sposata? ..non sapevo che fertilità e matrimonio fossero due cose imprescindibili..
2.E il papà del bambino? (ma che cazzo te ne frega) è molto impegnato, lui è un Supereroe, non può certo stare dietro a me e al Pesciolino, è troppo impegnato a salvare il mondo. Gli daranno una Medaglia al Valore Civile (o militare? mumble mumble)
3.Io non l’avrei tenuto (te l’ho chiesto!?) La vita è fatta di scelte…
4.Ma perché suo papà non l’ha voluto visto che è sano? (che cazzo di discorso è??) ..cmq leggi il punto due…  

5.Gli altri bambini te lo prenderanno in giro (seeeeeeee ti piacerebbe, stronza) ..se prendessimo in giro i figli di tutti i separati/divorziati/single non si salverebbe nessuno 
 6.Cosa fai con quel cellulare, tanto chi vuoi che ti cerchi eeheh, più gente di quanta immagini, mentre tu te ne stai lì da sola su una panchina  
7.Poverina (ps. Io questo oggettivo lo cancellerei dai vocabolari) Poverina de che????? Ho fatto un figlio bellissimo, sono una donna LIBERA, libera di crescere ed educare mio figlio come meglio credo senza dovermi confrontare con una persona che disprezzo profondamente. Poverina al limite chi se lo piglia. E cmq poverine sono le donne che magari un marito ce l’hanno, si, ma che le picchia o le mortifica  
8.Poverino (…..) Poverini sono i bambini che non hanno i genitori, che vivono nella povertà, denutriti e malati. Poverini sono i bambini che magari i genitori ce li hanno entrambi, ma vengono maltrattati o ignorati   
9.Ah però è tenuto bene questo bambino (giuro che sono rimasta allibita) Bè, signora sono single, mica vivo in una favela. 
10.Che disgrazia (..prego????) No comment
Ecco, questo è un riassunto, poi ovviamente potrei raccontare di quando mi è stata fatta notare la pelle scura (eh certo, se non è figlio di un uomo sposato, dev'essere figlio di un extracomunitario) di mio figlio, di quando mi è stato detto che le “ragazze madri” sono le donne facili (embè certo, ho fatto tutto da sola, sono Wonder Woman)…ma del resto siamo in Italia, nel nostro parlamento gira gente che dice che i figli di madri sole sono figli di madri non tanto brave.quindi non stupiamoci, anche perché io ho capito una cosa: alla gente piace compatirci. E allora non permettiamolo, un sorriso luminoso davanti ad una cattiveria fa più male di una sberla.
Provare per credere

24 commenti:

  1. non c'è bisogno di aggiungere altro, hai detto tutto alla perfezione. aggiungo solo che, per come la vedo io, tu hai fatto una scelta coraggiosa e consapevole e meriti tutto il mio rispetto.

    RispondiElimina
  2. Hai fatto benissimo a tenere il bambino, ma stiamo scherzando? Che gente ignorante e cattiva.
    Per dirtene una, quando i miei si sono separati il migliore amico di mio papà andava spesso a cena da lui a fargli compagnia. Ecco, in paese tutti dicevano che si erano separati perchè mio papà è gay. L'immaginazione della gente per gonfiare il pettegolezzo oltrepassa ogni limite!
    Ps: ti consiglio di scurire il testo rosa perchè mi sono accecata per arrivare in fondo :D

    RispondiElimina
  3. Carolina, mi spiace solo che non me le facciano ora che sono più forte ;-)

    Rori, la gente è cattiva. Nei paesi, poi, non ha niente da fare..o meglio ce l'avrebbe (chi parla dovrebbe dare un'occhiata in casa sua, prima di tutto, diciamocelo).. Sto provando a cambiare colore, ma faccio proprio fatica

    RispondiElimina
  4. Ma che bell'ambientino ! Mi auguro che tu non frequenti queste persone.

    RispondiElimina
  5. Bimboverde, non li frequento, ma sono una buona parte dei miei compaesani. Sai, quando mio figlio era più piccolo delegavo l'uscita al parco a mio padre, perchè c'era un folto gruppo di mamme che mi tenevano alla larga, non ho capivo bene perchè allora.

    RispondiElimina
  6. è stato bello leggere questo post. Grazie di avermi fatto conoscere un lato di carlotta :)

    RispondiElimina
  7. Carlotta che ti frega dell'ignoranza altrui, compatiscila e basta. E poi, credimi, le risposte migliori le darà proprio il tuo Principino: crescendo bello, sano, sereno, intelligente ed innamorato della sua mamma, darà da solo la migliore risposta a tutte le domande e le illazioni idiote!

    RispondiElimina
  8. - Amoon, grazie... ma si può commentare adesso sul tuo blog?

    - Barone, rispondevo alla domanda di Pier, mi hanno ferito, all'inizio. Boh è un po' difficile spiegare come mi sentivo dopo il parto, forse un po' smarrita, non so però ero fragile ed era facile farmi male. Me le dicessero ora, li mangerei tutti in un boccone ;-)

    RispondiElimina
  9. un post dove fa pensare che gente ce nel mondo....
    la vita e vita e va vissuta...fregatene di ciò che può dire o pensare un altra-altre persone la vita e tu se hai deciso di tenerlo il principino hai fatto bene l'importante e che dicidi sempre tu e andare avanti con i propri desideri e camminare a testa alta la vita e una...
    fragatene di ciò e di tutti..
    baci da lia

    RispondiElimina
  10. Cara Carlotta leggendo questo post non posso che pensare a quanto tu sia una gran bella persona ! Ed è solo questo che conta :):) bacioni

    RispondiElimina
  11. che infami. Brava, rispondi con un sorriso alle loro cattiverie... kisses... oh, ma il tecnico?! :)

    RispondiElimina
  12. - Lia era un momento particolare, in linea di massima riesco a sbattermene ;-)

    - Viola, ho fatto solo ciò che mi sembrava giusto e che mi rendeva felice ;-)

    - Verdepomodoro...ci sono sviluppi, ma vi aggiornerò tra qualche giorno ;-)

    RispondiElimina
  13. eh bella gente davvero, una mentalità che si è fermata al medioevo, e la cosa tragica è che spesso non ce ne accorgiamo, se non quando ne siamo toccati in prima persona, quando siamo più esposti, più fragili e sensibili.
    Grazie Carlotta, non pensavo di aver fatto una domanda che avrebbe richiesto una risposta così introspettiva.

    RispondiElimina
  14. mi piace il tuodecalogo,sincero e schietto

    RispondiElimina
  15. O_o Carlotta no comment!!!!
    Ma si può veramente arrivare a questa bassezza :( cavoli che mondo triste!

    Certo è che la tua forza, le tue scelte fatte e il vedere sorridere il tuo principino fa di te una super mammma :D

    un abbraccio

    RispondiElimina
  16. Resto senza parola di fronte a certi commenti! ogni tanto mi chiedo se veramente siamo ne 2011 o ancora nel medioevo.
    Continua a testa alta per la tua strada. Ce ne fossero di più di Carlotte in giro, sai come sarebbe migliore il mondo!
    Un bacione

    RispondiElimina
  17. Adoro...anzi TI adoro.
    La povertà mentale dell'italiano medio non finirà mai di stupire, ma il tuo spessore e la tua presenza di spirito sono la medicina migliore ;)
    Penso che il Principino sia fortunato ad avere una mamma sprint come te!

    RispondiElimina
  18. SEi molto sincera e schietta, una persona speciale!!!! Bacioni cara!

    RispondiElimina
  19. Sei una bella persona, Carlotta. Cinque persone che vivono insieme, di cui due sposate, non necessariamente fanno una famiglia. A volte, ne bastano due di persone. Ed è subito famiglia, ed è subito amore.
    un abbraccio

    RispondiElimina
  20. Purtroppo così è la vita qui in Italia. Purtroppo chi ci comanda al governo (indistintamente destra o sinistra) non c'è gente che "da proprio il buon esempio" ... questa è l'Italia. Questo è il Bel Paese...prendere o lasciare.
    Alla gente piace parlare e spettegolare (nel male). Che lo facciano pure, ma rimarranno poveri d'animo.
    Te non hai bisogno di aggiungere altro. Hai perfettamente ragione su tutto.
    Il Principino è fortunato ad avere te come mamma. E tu sei super fortunata ad avere il Principino!

    RispondiElimina
  21. - Pier, l'avevo detto che per risponderti mi serviva un post ;-)

    - Carpe Diem, grazie..

    - Rely troppo buona ;-)

    - Daffo inizio ad essere in imbarazzo per tuti questi complimenti, a me - ad esempio - sembra sempre che altre mamme siano più brave di me..

    - Summ3rw1nd, mi hai fatta andare in brodo di giuggiole

    - Speedy, di speciale ci sono le tue ricette..mi lustro sempre gli occhi ;-)

    - Miwako, mi fai venire il groppone, poi mi scende anche lalacrimuccia no eh!

    - Saparunda, io non li seguo più. L'unica cosa è andare avanti e pensare a cosa per te è giusto ;-)

    RispondiElimina
  22. Ma certo che si! Un sorriso per prenderli a sberle.
    Non devi mai curarti di dare un senso a commenti e interventi che senso non hanno.
    Per me hai fatto la scelta migliore e sono certo che non ti lascerai influenzare da nulla e nessuno.
    Un abbraccio
    :-)

    RispondiElimina
  23. Millesentieri, so che ho fatto quello che per me era giusto, il resto non conta ;-)

    RispondiElimina
  24. Sai che più leggevo e più mi montava l'indignazione... ti stimo molto, ma proprio taaaaaaaanto!

    RispondiElimina

dai, di'la tua!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...