mercoledì 29 agosto 2012

non ce la faccio

Non so se sono abbastanza forte per venire lì e trovarti legata ad un letto. Ho paura di iniziare a piangere, di spaventarti. So che la vecchiaia e la morte fanno parte della vita. So che un giorno mi lascerai. Ma non lì, non così. La notte scorsa, mentre aspettavo notizie dall'ospedale, mi sono ritrovata a fare il conto degli anni che sono passati, del tempo trascorso insieme, che è stato tanto. Il Principino comincerà la scuola a settembre. E la mia mente torna alle mie elementari, quando pranzavo da te, con te facevo i compiti, subito dopo mangiato perchè "prima il dovere, poi il piacere", dopo un po' di tv, c'era "ciao ciao", oppure un giretto in città, a vedere negozi. Ho la testa affollata di ricordi, quanto era buffo attraversare la strada con te, che alzavi la mano come i vigili urbani...o quando sgomitavi per salire sulla corriera che ci avrebbe portate a casa. E vogliamo parlare del fatto che mi facevi 3 code perchè la criniera non stava tutta in due codini?! E poi i miei compagni, che quando li salutavo sotto casa tua mi dicevano "che profumo! chissà tua nonna cos'ha cucinato"... E poi quanti viaggi solo io e te, a trovare i parenti in Toscana, lo zio in Friuli, il tuo compagno in Umbria. Il tuo portamento fiero, eri così bella, il tuo passo veloce - mi veniva male alla milza a starti dietro, sempre così elegante, i capelli perfetti. Ricordo quando mi sgridavi perchè sono golosa, "basta! che diventi una balena", la tua preoccupazione quando mi hanno ricoverata la prima volta, le tue lacrime quando sei entrata nella mia stanza di ospedale, mi avevi spaventata, non ero abituata a vederti mostrare le emozioni. Penso a tutto e mi rivedo e mi vedo ora. Non ce la faccio, noni, non ce la faccio.

10 commenti:

  1. mi hai ancora fatto venire gli occhi lucidi...
    certo che troverai il coraggio di andare a trovarla. fai dieci profondi respiri, e vai.
    poi se piangi, fa nulla. sarà il tuo modo per dirle che le vuoi bene.

    RispondiElimina
  2. Un momento difficile , ma che esiste portato dai tanti momenti belli che ci hai raccontato....

    RispondiElimina
  3. ci sono situazioni che sono davvero insopportabili, eppure non ci possiamo esimere. io ci sono passata con mio padre, so quant'è difficile...

    RispondiElimina
  4. se a lei serve la tua presenza ... devi farcela. Poco per volta, per poco tempo e poi ti accorgerai che non sei sola e che altri come te stringono i denti e ce la fanno. La vita non è solo carezze, ma serve avere accanto chi c'era quando le prendevamo anche ora che è arrivato lo schiaffo.

    RispondiElimina
  5. io da mesi ho finito la mia storia d'amore...non c'è paragone con la tua di storia...ma sempre di amore si parla...ce la farai perchè dopo settimane di lacrime, di mesi a letto e assenze al lavoro capisci che bisogna alzarsi anche dopo la caduta peggiore,..ce la farai Carlotta

    RispondiElimina
  6. mi commuovi, che bella relazione questa con la tua nonna, ricca e preziosa, perciò non aver paura di esprimere le tue emozioni, piangi ma stalle vicina, è bello anche così seppure molto faticoso.
    un abbraccio:)

    RispondiElimina
  7. ciao. un abbraccio. tienimi informata. mi spiace moltissimo.
    katia

    RispondiElimina
  8. sono sicura che troverai la forza per andare proprio dall'amore che hai per lei...ti abbraccio fortissimo...

    RispondiElimina
  9. Ti capisco cara, è successo anche a me. Poi la forza la trovi.

    Un abbraccio forte

    RispondiElimina

dai, di'la tua!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...