martedì 5 ottobre 2010

Ogni promessa è debito: La cucina di Carlotta



Ovviamente nuove foto quando sarà un po'vissuta!

Mi par di sognare..

..devo ancora andare ad abitare in casa nuova e ne ho già le palle piene.
Certa gente lavora con il culo e lo usa pure per pensare. Non mi so dare altra spiegazione.
Premessa, la casa dova vado a lavorare è una casa popolare, quindi per eventuali comunicazioni devo fare riferimento all'Ente che assegna gli alloggi.
Visto che ancora non ci abito ho segnalato dei danni preesistenti, in modo che non mi vengano addebitati poi. 
Tra le varie cose alcune cose in bagno, tra cui un lavandino crepato, la vasca sfondata e una veloux rotta. 
Quando mi hanno allacciato la luce, mi sono accorta del lavandino. Allora ho telefonato all'Ing. e mi sento dire "Impossibile. Il mio collega di sicuro ha fatto il giro dell'appartamento, quindi l'avrebbe notato"  Io" Senza elettricità in un bagno cieco? non credo sia possibile" Ing. "Ma lei ci abita già?" "No, sto aspettando i mobili" Ing. "Ah.. perchè se no la riparazione era a carico suo"  E qui ho lasciato perdere.
Quando sono venuti ad allacciarmi il gas mi sono resa conto che l'Ente non mi ha consegnato le chiavi del contatore. Li chiamo e l'Ing. mi dice che sarebbe meglio se vado io in ferramenta con il numero, che tanto per 1 o 2 euro ecc... Va bene, vado negli unici due ferramenta che fanno questo servizio in città. Non hanno il mio mio numero. Cosa devo fare, chiedo. E loro, i commessi: "l'Ente deve avere una chiave, te la da e noi ti facciamo la copia". Allora chiamo l'Ing. che mi dice: "Impossibile che nessun altro le faccia, fai il giro dei negozi" Carlotta." Ehm scusi, guardi che io lavoro e non abito in città, provo a fare delle telefonate ma di certo non posso girare come una trottola (coglione)" Ho chiamato tutti i negozi che con quello che ho speso vi pagavo a tutti l'aperitivo, per avere conferma di quello che già sapevo: ero già stata negli unici due negozi che facevano le copie delle chiavi per il gas..
 Altra chiamata all'Ing."Va bè, io non ci credo, ma a questo punto gliela faremo noi, ma con calma., tra qualche settimana..del resto ci sono cose più urgenti."
"Devo andare a viverci con un bambino di nemmeno 4 anni e secondo lei con questo freddo non è urgente che io abbia almeno l'acqua calda?"
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...