lunedì 4 aprile 2011

88

..sono gli anni che ha compiuto ieri la mia adorata nonnaLina. Abbiamo fatto un pranzo tutti assieme, con zii e cugini, nella sua casa che ha ospitato noi nipoti per tante estati. Guardare il Principino tanto indaffarato in campagna, ci ha fatto un po' rivivere la nostra infanzia. Ha corso su e giù dal fienile, ha dato da mangiare un quintale d'erba alla coniglietta Lulù, ha gonfiato palloni e ruote immaginarie con un vecchio compressore rotto, è salito sulla bilancia arrugginita su cui non so nemmeno io cosa si pesava tanti anni fa. Al suo fianco sempre Roger, il cucciolo dei miei zii. Chissà quanto gli sarebbe piaciuto vivere gli anni che ho vissuto io, quando lì davanti non ci passava una superstrada, ma c'era solo una distesa infinita di campagna. Quando nella stalla c'erano le mucche e la mattina un camioncino portava via il latte. Quando sull'aia scorazzavano galline e anatre e dietro al fienile c'erano i conigli. Quando mio papà mi prendeva in braccio perchè volevo vedere i maiali dallo sportellino e in alto volavano le colombe dello zioGino. Quando d'estate in ogni paesino nei dintorni c'era la Festa dell'Unità, erano gli anni di Cicale Cicale Cicale, ed era un evento mica da poco: si ballava e si mangiava il riso con le salamelle. Quando a settembre svuotavamo il capannone per fare spazio alle tavolate e facevamo una grande cena con tutti i parenti, vicini e lontani.
Ho detto alla ziaAdriana, la sorella di papà, che forse su internet ho trovato la ricetta per fare "le schiacciatine della ziaCesara"(che poi si chiamava Renata e non ho mai capito perchè nessuno la chiamasse così) e c'è stato un attimo di silenzio e credo che in quell'attimo i pensieri che vi ho elencato sopra abbiano attraversato la mente di tutti...
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...