lunedì 17 gennaio 2011

Risposte parte II

Pier - qual'è la cosa più difficile che hai dovuto affrontare dopo la nascita del principino?
La cattiveria della gente, le domande, la curiosità morbosa, le cattiverie gratuite, le insinuazioni. Sostanzialmente l'ignoranza. In un momento, dopo il parto, in cui si è più fragili.
Potrei raccontare di un suocero che ha trascinato via suo genero che stava scambiando due parole con me mentre i nostri figlio giocavano al parco, perchè la gente - si sa - se può pensare bene o male, pensa sempre male...e , sai com'è, visto che il Principino non è stato riconosciuto SICURAMENTE suo padre è sposato, no? (non lo è, e comunque, fosse anche che sono stata con uno sposato, non è che automaticamente mi piacciono TUTTI gli uomini sposati.
Oppure copiarti cosa anvevo scritto tempo dopo sul mio vecchio blog:

il DECALOGO

Premesso che vivo in un paese, dove ovviamente tutti (o quasi ) ci conosciamo e dove tutti sanno tutto (o quasi) di tutti.
Premesso che mio figlio è stato battezzato e che il prete (volutamente o accidentalmente, devo ancora capire, ma nn importa) ha tuonato dal pulpito per ben 4 messe che ci sarebbe stato il battesimo di Principino B, figlio di Carlotta B., rimarcando il nostro cognome, UGUALE.

Adesso posso scrivere il famoso DECALOGO promesso nel post precedente
 
1.Ma sei sposata? ..non sapevo che fertilità e matrimonio fossero due cose imprescindibili..
2.E il papà del bambino? (ma che cazzo te ne frega) è molto impegnato, lui è un Supereroe, non può certo stare dietro a me e al Pesciolino, è troppo impegnato a salvare il mondo. Gli daranno una Medaglia al Valore Civile (o militare? mumble mumble)
3.Io non l’avrei tenuto (te l’ho chiesto!?) La vita è fatta di scelte…
4.Ma perché suo papà non l’ha voluto visto che è sano? (che cazzo di discorso è??) ..cmq leggi il punto due…  

5.Gli altri bambini te lo prenderanno in giro (seeeeeeee ti piacerebbe, stronza) ..se prendessimo in giro i figli di tutti i separati/divorziati/single non si salverebbe nessuno 
 6.Cosa fai con quel cellulare, tanto chi vuoi che ti cerchi eeheh, più gente di quanta immagini, mentre tu te ne stai lì da sola su una panchina  
7.Poverina (ps. Io questo oggettivo lo cancellerei dai vocabolari) Poverina de che????? Ho fatto un figlio bellissimo, sono una donna LIBERA, libera di crescere ed educare mio figlio come meglio credo senza dovermi confrontare con una persona che disprezzo profondamente. Poverina al limite chi se lo piglia. E cmq poverine sono le donne che magari un marito ce l’hanno, si, ma che le picchia o le mortifica  
8.Poverino (…..) Poverini sono i bambini che non hanno i genitori, che vivono nella povertà, denutriti e malati. Poverini sono i bambini che magari i genitori ce li hanno entrambi, ma vengono maltrattati o ignorati   
9.Ah però è tenuto bene questo bambino (giuro che sono rimasta allibita) Bè, signora sono single, mica vivo in una favela. 
10.Che disgrazia (..prego????) No comment
Ecco, questo è un riassunto, poi ovviamente potrei raccontare di quando mi è stata fatta notare la pelle scura (eh certo, se non è figlio di un uomo sposato, dev'essere figlio di un extracomunitario) di mio figlio, di quando mi è stato detto che le “ragazze madri” sono le donne facili (embè certo, ho fatto tutto da sola, sono Wonder Woman)…ma del resto siamo in Italia, nel nostro parlamento gira gente che dice che i figli di madri sole sono figli di madri non tanto brave.quindi non stupiamoci, anche perché io ho capito una cosa: alla gente piace compatirci. E allora non permettiamolo, un sorriso luminoso davanti ad una cattiveria fa più male di una sberla.
Provare per credere
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...