domenica 30 gennaio 2011

Il mio week end...

Sabato a pranzo, pasta alla crema di peperoni (senza panna)
Le mie prime tagliatelle fatte in casa
Le suddette tagliatelle con funghi speck e panna
Costata crema e frutta
 Cari amici, gli ultimi 2 piatti erano per il tecnico, che però ha tirato pacco, dicendo che la macchina lo ha lasciato a piedi. Forse sarà vero, ma io mi sono sentita come l'11 marzo 2006, quando il padre di mio figlio mi ha chiamata alle 11.00 per dirmi che avremmo pranzato insieme, che sarebbe venuto a prendermi a pausa pranzo.Quel giorno sono uscita da lavoro, sono andata in farmacia e ho comprato il test, visto che avevo tempo, gli ho comprato dei cioccolatini in pasticceria. Sapete come ci si sente ad aspettare qualcuno che non arriva, con un test di gravidanza in borsa e dei cioccolatini in mano? 
Bè per fortuna la giornata è trascorsa veloce, anche perchè ad allietarla c'era uno strano personaggio che si aggirava per casa...


PS: ve lo ricordate questo post?

venerdì 28 gennaio 2011

La Paura

C'è che io il tecnico continuo a vederlo, c'è che ho cancellato l'ultimo post in cui gli do del coglione, che non posso basarmi su qualche foto su FB, c'è che ho messo le mani avanti, che ho giudicato senza conoscere, c'è che mi stavo difendendo.
C'è che mi comporto in maniera irrazionale, non mi riconosco negli atteggiamenti che ho con lui, temo di rovinare qualsiasi cosa. C'è che mi piace, e tanto. C'è che ho il terrore di soffrire, c'è che mi sento sola anche se non voglio ammettelo, di una solitudine che ti prende lo stomaco e ti fa bruciare gli occhi.
C'è che ho bisogno di rassicurazioni e non posso pretenderle da chi mi conosce appena, c'è che non so come sia successo che mi sono persa dentro un sorriso, c'è che ho bisogno di una carezza, di un abbraccio, c'è che ho paura di muovermi, ho paura di sbagliare, non riesco a fidarmi, c'è che il problema è mio. C'è che ha spezzato il mio equilibrio e adesso sto male.

Lo ammetto, ho tanta paura

mercoledì 26 gennaio 2011

Risposta a Barone (scusa il ritardo)

Ciao Barone, scusa se ti rispondo solo ora, ma ultimamente sono stanchissima e - come avrai notato - non sono regolare nemmeno sul blog. Non mi sono dimenticata della tua domanda, tempo fa me l'aveva posta Pier, un po'inaspettata e lì per lì ho risposto che all'inizio mi sarebbe dispiaciuto, solo per il fatto che sogno di diventare vecchia circondata da nipotini. Un motivo un po' egoista, e pure un po' stupido.
Ti rispondo oggi, perchè prima giocavo con lui ed era felice. Ad un certo punto un pensiero mi ha attraversato la mente e ho capito cosa davvero volevo risponderti:  vorrei che nei suoi ci fosse sempre la gioia che ci ho letto stasera. E mi sono resa conto che a me importa solo questo, il resto non conta.

martedì 25 gennaio 2011

lunedì 24 gennaio 2011

Buoni propositi

Scusate per l'assenza, ma ho avuto un week end di fuoco. Sentite, ma a voi capita di fare una lista di buoni propositi e puntualmente fare il contrario? Se si quando? Sempre o vi è successo solo in una determinata occasione? Nel secondo caso, quando? 
Oggi ho voglia di farmi un po'di c...i vostri ;-) anche se potrò leggervi solo pomeriggio/sera, perchè oggi mi cambieranno il pc (ooops)

giovedì 20 gennaio 2011

..and the winner is...


...Carlotta! Eh si cari miei, ieri mi sono portata a casa ben 2 premi!!! Grazie Alias e Claudia!! Io questi premi li giro a tutti i miei fantastici lettori, non potrei sceglierne solo alcuni, per me siete tutti speciali. Grazie.

lunedì 17 gennaio 2011

Risposte parte II

Pier - qual'è la cosa più difficile che hai dovuto affrontare dopo la nascita del principino?
La cattiveria della gente, le domande, la curiosità morbosa, le cattiverie gratuite, le insinuazioni. Sostanzialmente l'ignoranza. In un momento, dopo il parto, in cui si è più fragili.
Potrei raccontare di un suocero che ha trascinato via suo genero che stava scambiando due parole con me mentre i nostri figlio giocavano al parco, perchè la gente - si sa - se può pensare bene o male, pensa sempre male...e , sai com'è, visto che il Principino non è stato riconosciuto SICURAMENTE suo padre è sposato, no? (non lo è, e comunque, fosse anche che sono stata con uno sposato, non è che automaticamente mi piacciono TUTTI gli uomini sposati.
Oppure copiarti cosa anvevo scritto tempo dopo sul mio vecchio blog:

il DECALOGO

Premesso che vivo in un paese, dove ovviamente tutti (o quasi ) ci conosciamo e dove tutti sanno tutto (o quasi) di tutti.
Premesso che mio figlio è stato battezzato e che il prete (volutamente o accidentalmente, devo ancora capire, ma nn importa) ha tuonato dal pulpito per ben 4 messe che ci sarebbe stato il battesimo di Principino B, figlio di Carlotta B., rimarcando il nostro cognome, UGUALE.

Adesso posso scrivere il famoso DECALOGO promesso nel post precedente
 
1.Ma sei sposata? ..non sapevo che fertilità e matrimonio fossero due cose imprescindibili..
2.E il papà del bambino? (ma che cazzo te ne frega) è molto impegnato, lui è un Supereroe, non può certo stare dietro a me e al Pesciolino, è troppo impegnato a salvare il mondo. Gli daranno una Medaglia al Valore Civile (o militare? mumble mumble)
3.Io non l’avrei tenuto (te l’ho chiesto!?) La vita è fatta di scelte…
4.Ma perché suo papà non l’ha voluto visto che è sano? (che cazzo di discorso è??) ..cmq leggi il punto due…  

5.Gli altri bambini te lo prenderanno in giro (seeeeeeee ti piacerebbe, stronza) ..se prendessimo in giro i figli di tutti i separati/divorziati/single non si salverebbe nessuno 
 6.Cosa fai con quel cellulare, tanto chi vuoi che ti cerchi eeheh, più gente di quanta immagini, mentre tu te ne stai lì da sola su una panchina  
7.Poverina (ps. Io questo oggettivo lo cancellerei dai vocabolari) Poverina de che????? Ho fatto un figlio bellissimo, sono una donna LIBERA, libera di crescere ed educare mio figlio come meglio credo senza dovermi confrontare con una persona che disprezzo profondamente. Poverina al limite chi se lo piglia. E cmq poverine sono le donne che magari un marito ce l’hanno, si, ma che le picchia o le mortifica  
8.Poverino (…..) Poverini sono i bambini che non hanno i genitori, che vivono nella povertà, denutriti e malati. Poverini sono i bambini che magari i genitori ce li hanno entrambi, ma vengono maltrattati o ignorati   
9.Ah però è tenuto bene questo bambino (giuro che sono rimasta allibita) Bè, signora sono single, mica vivo in una favela. 
10.Che disgrazia (..prego????) No comment
Ecco, questo è un riassunto, poi ovviamente potrei raccontare di quando mi è stata fatta notare la pelle scura (eh certo, se non è figlio di un uomo sposato, dev'essere figlio di un extracomunitario) di mio figlio, di quando mi è stato detto che le “ragazze madri” sono le donne facili (embè certo, ho fatto tutto da sola, sono Wonder Woman)…ma del resto siamo in Italia, nel nostro parlamento gira gente che dice che i figli di madri sole sono figli di madri non tanto brave.quindi non stupiamoci, anche perché io ho capito una cosa: alla gente piace compatirci. E allora non permettiamolo, un sorriso luminoso davanti ad una cattiveria fa più male di una sberla.
Provare per credere

venerdì 14 gennaio 2011

Buon week end

Ho preparato il ragu e la besciamella e ho fatto le lasagne.. ho preparato le palline di ricotta e cocco..e sono distrutta, ma almeno domani ho un attimo di respiro! Buon week end a tutti!

Risposte - Parte I

Carolina - hai una canzone preferita? quale?
Ne ho tante, a dire il vero, ma la prima che mi è passata per la mente è stata "with or without you" degli  U2, seguita a ruota dal Nessuno di Mina, perchè legata ad un momento con il Principino.
Rori - perchè hai deciso di aprire un blog?
In realtà per un paio d'anni ho avuto un altro blog che ho chiuso perchè ad un certo punto privato e pubblico si sono incrociati, un'amica mi ha tradito, il mio ex pure (con lei) e dopo averli mandati dove dovevano andare, ho deciso di scrivere da un'altra parte, con un altro nome e di portare con me alcuni blogger a cui tenevo. Il motivo per cui avevo aperto il blog è che mi mancava l'aria a casa dei miei, avevo bisogno di un posto che fosse tutto mio, dove sfogarmi, far convergere pensieri e dire anche un sacco di cazzate, insomma tipo andare al pub con gli amici ma virtuale. Credo che sia quello che poi mi ha spinta anche a proseguire, ma da un'altra parte, qui nel Giardino
Bimboverde - Ti sei mai tinta i capelli ? Ti piacciono le scarpe rosse?
Si, quando ero un'adolescente li facevo mogano e dai 20 ai 25 li ho avuti neri. sbarazzarmi di quel colore corvino è stata talmente dura, che ho giurato a me stessa che non ti avrei più tinti finchè non fossere diventati grigi... al momento c'è solo qualche filo ben mimetizzato sotto, per cui tengo duro..
Adoro le scarpe rosse, anche se non ne possiedo nemmeno un paio, ma mi piacerebbero tanto un paio di ballerine rosse magari lucide!!
Carpe Diem - Qual'è il tuo sogno nel cassetto?
se vuoi posso dirti qual'era.. riuscire a finire la scuola che avevo cominciato poco prima di restare incinta e tentare di fare un lavoro che potesse piacermi davvero. Scuola diurna 8 ore al giorno, improponibile riuscire anche a lavorare e star dietro a mio figlio, ho dovuto scegliere.
Daffo - In chi/cosa vorresti reincarnarti?
E qui mi hai mandato in crisi. Ma mi piacerebbe essere una nuvola, vedere il mondo spinta dal vento, sai che panorami???
Summ3rw1nd - sono curioso di sapere che lavoro vorresti facesse il Principino!
Vorrei che facesse un lavoro che ama, che le sue scelte siano spinte dalla passione e che si impegni e che riesca a raggiungere i suoi obiettivi (possibilmente vicino a casa della mamma).
Miwako - Una passione inconfessabile?
Quando ho letto passione ho subito visto tanti tanti abiti...ecco io mi riempirei la casa, la cantina e anche il garage di vestiti, ma non è inconfessabile... poi ho la fissa dei manuali disney (ce li ho tutti!!) e non riesco a resistere senza guardare le vetrine dei negozi di giocattoli (anche prima di aspettare il Principino)

Pier e Barone, voi aspetterete. Avete fatto delle domande che mi costringono a pensare, per cui datemi un po' di tempo ;-)

giovedì 13 gennaio 2011

Copiando Pier...

... anche se non ho fatto nessuna domanda, rispondo a queste di getto:

1 - A 13 anni cosa volevi fare?
la giornalista
2 - Nel migliore dei mondi possibili dovrebbe essere abolita la parola...? 
differenza
3 - Di cosa hai paura? 
di non riuscire ad accompagnare mio figlio fin quando non potrà camminare da solo
4 - All'inferno ti obbligano a leggere sempre un libro: quale
Narciso e Boccadoro di Hesse
5 - Hai il potere assoluto per un giorno: la prima cosa che fai?
scorte di cibo e medicine per tutti i bambini del mondo
6 - Una cosa che non hai mai capito della gente? 
l'indifferenza
7 - Come ti immagini il paradiso? 
puro relax
8 - La tua casa brucia: cosa salvi?
la foto di mio nonno che desideravo tanto ed è saltata fuori quando ci ha lasciati 
9 - Il vero lusso è? 
un lavoro part time, abbastanza ben pagato da permettermi di vivere per potermi godere di più il Principino
10 - Ti rimangono 12 ore di vita: cosa fai? 
sono una mamma, che volete che faccia? non mi stacco nemmeno un istante dal mio bambino
11 - Un posto dove non sei mai stato e vorresti andare? 
l'elenco sarebbe troppo lungo, il primo posto comunque è l'India
12 - Una cosa che volevi e non hai avuto? 
una cosa che avrei voluto e non avrò, un secondo figlio (e magari anche un terzo)
13 - Una domanda a piacere da lasciare nei commenti ...
14 - La cosa a cui tieni di più?
la sincerità
15 - Il tuo maggior successo? 
imparare a stare bene da sola, una volta la solitudine mi opprimeva.
16 - Se ti dico Italia qual è la prima cosa che ti viene in mente? 
vergogna
17 - Tre cose che ami? 
le lasagne con tanta besciamella, le prime luci del mattino, i treni
18 - Tre cose che odi? 
l'odore di baccalà e trippa, l'arroganza, l'egoismo

mercoledì 12 gennaio 2011

Look e complimenti

1. Approfittando dei saldi sono andata da Tezenis e mi sono presa dei vestiti per stare in casa. Ovviamente comodi. Soddisfatta dei miei acquisti, ho buttato tutte le cose vecchie (usavo persino un paio di pantaloni della tuta comprati a fine gravidanza, tanto per dire) e sempre soddisfatta, ho indossato i miei nuovi pantaloni in cotone grigio chiaro, morbidi morbidi.
Lunedì viene a cena M.,il mio migliore amico. Recentemente ha cambiato la macchina fotografica e si è presentato con il suo nuovo gioiellino a casa nostra (ogni anno per il compleanno di mio figlio, mi regala la raccolta di foto e video dell'anno appena passato). Inizia a fare qualche scatto, intanto io preparo la cena. Dopo un po' sento che dice al Principino"volevo fotografare anche tua mamma, ma si è messa i pantaloni della nonna"

2. Siamo sul balcone a fumare una sigaretta e parliamo delle feste appena passate e gli tiro la solita menata se gli sembro ingrassata. Risposta: " No, Carlotta, non sei affatto ingrassata. Ma sai che con qualche chilo in più stai proprio bene, ti sono cresciute anche le tette"

3. Stamattina ho portato mio figlio alla materna, poi mio padre mi avrebbe dato uno strappo a lavoro. Papà parcheggia, ma non riesco a scendere perchè è troppo vicino ad un altra auto. "Papà non ci passo" "Sul serio? Mi sembravi più magra"

Grazie, eh.

martedì 11 gennaio 2011

Merda

Mi ha chiamato il tecnico e mi ha detto che sta per arrivare. Merda. E' un altro. Quando si dice il destino o quando si dice sfiga?

Vado a pranzo..

.. mi devo sbrigare perchè il mio pc ha problemi e aspetto il tecnico. Giuro che non ci ho messo lo zampino.

lunedì 10 gennaio 2011

Rovinarsi crescendo day

 ..eccomi, un po'in ritardo, ma partecipo anch'io all'iniziativa di BimboVerde.. ero un po' indecisa e quindi ne posto un po':

eccomi (quale sono?) Indizio: sul mio libretto pediatrico c'è scritto: "la bambina mostra segni di pinguedine.."
Qui dimostro di conoscere le buone maniere...
Qui volevo a tutti i costi fare la pipì sul prato, nonostante mia mamma che si vede a lato cercasse di convincermi ad andare in bagno.. ah, la libertà...



domenica 9 gennaio 2011

ZERORELATIVO.IT

Sono così felice che se mai ci sarà occasione al Cocchiere io ecco io io io gli offro una cena!!

sabato 8 gennaio 2011

una bella giornata - anche le mamme ogni tanto sbarellano

PROLOGO Domenica scorsa complice un po' lo specchio e un po' il fatto che stavo mettendo in ordine trucchi e pennelli, mi sono resa conto che mi sto un po' trascurando. Insomma è vero che la mia vita è cambiata, ma non è che devo trasformarmi in una sciattona! Allora lunedì mattina, mi sono svegliata, scrub, crema e un velo di trucco: mi pareva di essere un'altra, decisamente meglio.

IL FATTO lo stesso giorno, ientro dalla pausa pranzo e il mio pc suona un'allarme...(in realtà lavoro con un baraccone, ma essendo l'ultima arrivata mi faccio riguardo a chiederne uno nuovo). Chiamo allora l'assistenza e mi dicono che mi manderanno un tecnico e di non usare il computer. Ok. Vado nell'ufficio a fianco e dico ai colleghi :" Oggi esco alle 15.45, dovrebbe arrivarmi il tecnico eventualmente vi lascio la password di accesso".  Nell'attesa che l'assistenza mi mandi il scolito scatafascio (uno più brutto dell'altro, giuro) finisco un po' di cose finchè non sento una voce che chiede di me ai colleghi. Alzo gli occhi e mi trovo davanti un figo da paura. Alto sul metro e ottanta, fisico asciutto, capelli rossicci, bellissimi occhi scuri e un sorriso che mi ha stesa.  Gli lascio la postazine mentre mi chiede qualche info sul rottame che uso per lavorare,  poi si china per controllare il processore e alla Vostra casca l'occhio su su DIOMMMMIOO CHE BEL CULO. Non fate i maliziosi, le mani le avevo già viste, dita lunghe come piacciono a me... Poi lo spettacolo finisce e lui si siede (sigh), guarda il monitor e - indovinate che foto ho come sfondo desktop - mi chiede se quel bel bimbo è mio figlio. Mi chiede quanto anni ha, le solite domande di circostanza. Mi dice che è di Potenza, mi chiede se la conosco e se so dov'è (e qui ringrazio quel rompipalle di Fratello S. che sono anni che mi interroga in geografia). L'intervento va per le lunghe  e gli chiedo se vuole un caffè, lui mi guarda stupito e mi dice di si, grazie. Mi dice che lavora all'assistenza da 6 mesi e che prima ha lavorato in un altra ditta dove lavorava un mio amico che ora si è trasferito in un altra città e che non sento più (merda)  e parliamo di conoscenze comuni. Mi chiede se sono sposata. Rimango pietrificata (che domanda è? sono stata troppo espansiva?). Cerco di non darlo a vedere e rispondo di no, a dire il vero un po' imbarazzata. Lui se ne accorge e mi chiede scusa, dev'essere dura da sola. Mi chiede di dove sono, che l'accento non è trentino. Chiacchieriamo mentre lavora, gli racconto dei miei esperimenti culinari e mi dice" bè quando mi inviti per uno strudel?"  e qui mi prenderi a randellate che non ho mai la risposta pronta MERDA MERDA MERDA DIVENTO TIMIDA QUANDO NON SERVE e quasi mi spiace quando finalmente capisce il problema del pc. Guardo l'ora. 16. 30 (...ehm meno male che dovevo uscire alle 15.45....) Spengo il pc e usciamo insieme, lui pareva che volesse dirmi qualcosa, ho creduto per un attimo che volesse chiedermi il numero, poi mi ha detto :" Allora..se c'è qualche problema chiama mi raccomando" e se n'è andato, mentre io sono salita a timbrare

EPILOGO Ho trovato la sua pagina facebook, sono stata tentata di contattarlo ma non l'ho fatto. Però da lunedì, ogni tanto prenderò a calci il computer...si sa mai...

giovedì 6 gennaio 2011

Un salto in cucina...

Lo so, l'avevate già vista, ma adesso è "vissuta".. e per i più attenti, c'è un Omaggio al Bimboverde e alla sua Wunderkammer: la famosa farfalla della nonna ;-)
Devo cambiare il tavolo e penso che comprerò un carrello da mettere dietro l'angolo (che in foto non si vede), con mooolta calma...

lunedì 3 gennaio 2011

Benvenuti in soggiorno..


Come promesso a Skram inizio a postare qualche pezzo di casa
Ovviamente l'autore del disordine...è quel Principino che con le sue cose si è preso 3/4 di sala...

domenica 2 gennaio 2011

Ebay #2

..navigando mi sono imbattuta nella venditrice di cui ho parlato qualche post fa.... ecco qui l'inserzione , segnalata ad ebay, in cui ho trovato conferma di essere incappata una stupida oltre che scorretta ebayer: come fai a fare un "compralo subito" ad un prezzo superiore rispetto a quello di un oggetto NUOVO in un negozio reale?!
Scommetto che siete stupiti a vedere qual'è l'oggetto dei miei desideri.. ebbene sì, sono decisamente migliorata ai fornelli ;-)

sabato 1 gennaio 2011

Buon anno!!

i miei vicini oltrealle grigliate sul balcone, fanno anche i fuochi d'artificio! Spettacolo!!!
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...